A Marotta spiaggia senza barriere Per i disabili c'è la sedia Sole mare

Una spiaggia senza barriere: a Marotta è realtà. Tutti gli stabilimenti balneari da qualche giorno sono dotati di sedia Sole mare' con la quale i disabili potranno spostarsi in spiaggia, entrare e sostare in acqua.

Il progetto, finanziato da associazione bagnini, Comune, Regione, associazione Malarupta, Confartigianato e Staffetta della solidarietà, è stato presentato al molo.

«Abbiamo accolto con grande piacere questo importante progetto ha esordito il sindaco Nicola Barbieri, accompagnato dagli assessori Caporaletti e Andreoni perché è fondamentale rendere accessibile la spiaggia a tutti. La grande collaborazione tra l'amministrazione comunale e le associazioni sta consentendo a Marotta di emergere per la qualità dei servizi offerti. Noi stiamo facendo tanto per la riqualificazione della città e a settembre arriverà anche il potenziamento delle scogliere».

Soddisfatto il presidente dei bagnini Cesare Rossi: «Un bel segnale nei confronti di chi è meno fortunato. Marotta è un'eccellenza per quanto concerne i servizi che offre la spiaggia, dobbiamo esserne orgogliosi. Voglio ringraziare chi ha reso possibile concretizzare il progetto: insieme si può fare tanto. Ora impegniamoci per la difesa della costa». Molto importante l'impegno del consigliere regionale Federico Talè: «Faccio parte della commissione sanità e politiche sociali e tra gli obiettivi che mi sono posto ci sono l'accessibilità alle spiagge e ai parchi. Stiamo preparando a riguardo due leggi. Il progetto che si è concretizzato a Marotta è un primo passo per il quale la Regione ha messo 2mila euro. Sono molto contento. Anche l'impegno preso per la difesa della costa è stato rispettato: la Regione ha stanziato circa 140mila euro».

Ha proseguito Alessia Di Girolamo della commissione regionale pari opportunità, disabile: «Abbiamo tanti ostacoli, per noi non esistono azioni scontate e l'accessibilità è fondamentale. Ho elaborato a riguardo un progetto complessivo che mi auguro si allarghi ad altri comuni. Qui a Marotta grazie alla sensibilità di tutti è realtà!». Prezioso il contributo della Confartigianato: «Abbiamo subito aderito ha concluso Andrea Giuliani perché questa è una battaglia di civiltà. Contiamo di coprire tutti gli stabilimenti anche a Fano».

Informazioni aggiuntive